Nel centro storico della città il nuovo museo della Ceramica. Collocato nell’edificio del Monte di Pietà, insieme all’attigua Pinacoteca Civica ospitata a Palazzo Gavotti, costituisce un moderno polo museale dalle ampie aspirazioni internazionali. Con gli altri gioielli della parte storica, palazzi antichi, oratori e chiese, è un vero itinerario culturale.

La ceramica è per Savona, come il vetro per Altare, soprattutto espressione e tradizione artistica peculiare del suo territorio. Vetro e ceramica uniscono talento artistico e abilità manifatturiera, pur partendo da materie prime povere come la sabbia di silice e le argille. L’ingresso al Museo della Ceramica inizia da Piazza Chabrol e termina nel Palazzo di Pietà.

Dall’esterno è possibile vedere sulla facciata ottocentesca, restaurata conservando modanature a rilievo e tinte, le finestre che evidenziano, serigrafate sulle tende a rullo interne, parti di un piatto in maiolica: il richiamo alla ceramica è immediato, ancora prima di accedere al complesso. Il Museo ospita circa un migliaio di opere di grande valore artistico risalenti a un periodo storico di oltre sei secoli, dal XV a quello contemporaneo.

Si possono ammirare, per citarne alcune, l’antica vaseria dell’Ospedale San Paolo, la donazione del Principe Boncompagni Ludovisi, il corredo della Farmacia Cavanna, la collezione Bixio e anche opere realizzate da noti artisti contemporanei, per citarne alcuni Michelangelo Pistoletto, Adrian Paci, Yona Friedman, Alberto Garutti, Ugo La Pietra, Alessandro Mendini, Andrea Branzi, Pekka Harni e Franco Raggi.

L’esposizione è stata studiata per valorizzare le opere, spesso particolarmente importanti proprio perché collettive e di carattere aggregativo, rispettando collezioni, tipologie, cromatismi e creando colpi d’occhio d’insieme per ampliarne l’effetto. Per potenziare il risultato visivo complessivo, e naturalmente il senso di tutela e di conservazione, l’intero recupero del magnifico edificio quattrocentesco del Monte di Pietà, fondato nel 1479 dal papa savonese Sisto IV,  è stato progettato adottando soluzioni  architettoniche, sia strutturali sia allestite, che non interferissero con le parti originarie e anzi, che le esaltassero privilegiando materiali come il vetro e l’acciaio: si prestano a giochi di trasparenze e riflessi.

Per l’insieme progettuale si è optato per attribuire connotati di uniformità anche attraverso la pavimentazione continua a pasta di resina di colore grigio chiaro, che infatti pone in risalto le varietà cromatiche. Per lo stesso principio le pareti interne sono state tinteggiate a tonalità chiara. Inoltre, la sala conferenze e il laboratorio per la didattica in condivisione con la Pinacoteca garantiscono la continuità tra i due Musei. La dotazione di strumenti multimediali e innovativi completano la visita.

Tra questi emerge la quadrisfera, una struttura che permette di assistere a una multiproiezione di filmati sincronizzati in un caleidoscopio tecnologico, grazie a un complesso gioco di specchi e di monitor. Attraverso suoni e immagini l’allestimento narra, in modo suggestivo, la storia della ceramica ligure.

Una vetrina interattiva multimediale descrive le tecniche di lavorazione, i corredi da farmacia, il vasellame da tavola e lo sviluppo dell’arte della ceramica.

Con un centro storico così culturalmente connotato, collegato  alla “darsena”, Savona, oltre a porsi in un’ottica smart, è in grado di offrire una proposta artistica anche ai croceristi ed è assolutamente competitiva per un’offerta turistica che punti sulla diversificazione, arricchendo la possibilità di attrarre visitatori non solo per le bellissime spiagge, ma anche per le attività outdoors e di diporto.

INFO

Ingresso e biglietteria: Palazzo Gavotti, p.zza Chabrol, nn.1-2, Savona (anche con accesso disabili)

E-mail:  musei@comune.savona.it

Sito web:  www.museodellaceramica.savona.it

Biglietteria: 019 8310256 Uffici Servizio Musei: 019 8310339 / 8310686  

Orari: 10-13:30 / 15:30-18:30

 

forbrukslån uten inntekt | sammenlign forbrukslån søke lån uten sikkerhet