Mostra del Fungo a Ceva da 55 anni e il bel centro cittadino in festa. Sabato 17 e domenica 18 settembre per gli appassionati di funghi e non solo Ceva, raggiungibile con  l’uscita stradale della Savona – Torino, mette “in mostra”  le moltissime tipologie di funghi esistenti. E’ organizzata, oltre che grazie al Comune e alla Regione Piemonte da  il Fungo Cebano e il Gruppo Micologico Cebano. Da cinquantacinque anni  nella terza domenica di settembre, si svolge a Ceva l’ormai celebre Mostra del Fungo organizzata dal gruppo micologico: un gruppo di amici, appassionati della natura e del bosco. La manifestazione si è evoluta in un continuo crescendo. Oggi è un appuntamento irrinunciabile per i più illustri studiosi italiani e stranieri, francesi, belgi e svizzeri,  ed è considerata come una delle rassegne più quotate e qualificate a livello nazionale ed internazionale, attraendo diverse migliaia di visitatori.

Ad ogni edizione, nella suggestiva cornice dei portici medioevali della centrale via Marenco, vengono esposte centinaia di specie fungine rigorosamente determinate dai micologi convenuti all’evento. I funghi, per la stragrande maggioranza raccolti nei giorni precedenti, provengono in buona parte dai boschi del cebano. Una percentuale minore è invece raccolta in altre zone, al fine di offrire al visitatore un’ampia gamma di specie osservabili ed al ricercatore la possibilità di studiarle.
Dal 2010 il gruppo micologico s’è inoltre dotato di un liofilizzatore, il quale permette la conservazione delle specie a lungo termine e quindi la creazione di un archivio di esse. Parte di questi funghi, liofilizzati ma alla vista identici al fungo fresco, sono esposti in alcune bacheche durante la mostra.

Ormai da anni, a corollario della mostra, il comune ed altre associazioni cebane organizzano eventi che occupano la città per l’intera settimana precedente la domenica della mostra, facendola così diventare il maggiore evento annuale della città di Ceva. Di sostegno anche “le botteghe cebane”  e altre attività che propongono menù a base di funghi e collaborano a rendere tematiche le vetrine dei loro negozi  che si incontrano percorrendo il pittoresco centro cittadino e i tipici “portici” a lato della via principale che conduce al Duomo.

Dal punto di vista storico  non è  da  dimenticare che a Ceva nei pressi del Duomo si trovano anche il castello Bianco e il Castello Rosso  dei marchesi Pallavicino.  Ceva vanta il meraviglioso Teatro Marenco, una perla  di stile neoclassico, negli ultimi anni restaurata e riportata agli antichi splendori, in cui almeno una volta nella vita bisognerebbe vedere uno degli spettacoli della stagione teatrale cebana.